Menu Chiudi

Como… un weekend in stile glamour in uno scenario paradisiaco…

Como in un weekend hotel

Como il tempo di un weekend…

Chi l’ha detto che per soggiornare in una delle mete preferite dalle star hollywoodiane bisogna per forza munirsi del passaporto e di google traduttore? E chi ha detto che per fare una vacanza in stile glamour bisogna rinunciare a uno scenario paradisiaco in un ambiente da relax? Il Lago di Como è, senza esagerare, uno dei pochi posti al mondo capace di racchiudere tutto questo e molto altro! Scopriamolo insieme. Noto anche come Lago Lario, il Lago di Como è il terzo lago d’Italia per grandezza, ma con i suoi 416 metri si guadagna il primo posto per profondità. Di origine glaciale, è situato tra le province di Como e Lecco, a circa 80 km da Milano. La sua conformazione ricorda una Y rovesciata, con 3 rami: a nord troviamo il ramo di Colico, a ovest il ramo di Como e a est il ramo di Lecco.

Vista panoramica della città di Como.
© stock.adobe.com

 


Tutto il perimetro del Lago di Como è un susseguirsi di paesaggi tranquilli e rilassanti, costernati di piccoli borghi e splendide località capaci di fondere modernità e tradizione in uno scenario da favola.

Le acque del Lago di Como, negli anni, hanno fatto da cornice ad alcune delle scene di pellicole dal sapore internazionale come “Star Wars”, “Ocean’s Twelve” e “Casino Royale”; è qui, forse per caso, che star hollywoodiane sono rimaste letteralmente rapite dalla bellezza di questo luogo, capace di conciliare natura e animazione, divertimento e relax. Le caratteristiche di questa meta mozzafiato sono nel tempo divenute oggetto di un inaspettato passaparola che ha portato molti personaggi famosi a cercare di ritagliarsi un angolo di privacy in uno dei paesini in riva al Lago; si pensi, ad esempio, a George Clooney, che proprio in riva al Lago ha acquistato la splendida Villa Oleandra, che è divenuta il suo rifugio privato.

Ma la fama del Lago di Como non è frutto del caso: oltre alle sue acque cristalline, infatti, questo posto si distingue per la spettacolarità e l’armonia con cui l’attività dell’uomo ha saputo incastonarsi nel paesaggio naturale. La conseguenza di tutto questo è una infinita serie di luoghi e attrazioni incantevoli. In quest’articolo, cercando di spaziare tra i più disparati ambiti d’interesse, ve ne proponiamo alcune che non dovete assolutamente perdervi durante il vostro soggiorno sul Lago. Per farlo percorreremo insieme questa Y rovesciata, partendo dal ramo ovest del Lago, in provincia di Como, per attraversare la punta nord e giungere, infine, al ramo est, in provincia di Lecco. Iniziamo!


 

L’isola Comacina

Si tratta dell’unica isola del Lago e forse, proprio per questo, può essere il perfetto punto di partenza del vostro soggiorno. Raggiungerla sarà facile partendo dal piccolo borgo di Ossuccio, sul ramo ovest del Lago, dove troverete un efficiente servizio di taxi – boat. Arrivati sull’Isola, rimarrete sorpresi dai suoi paesaggi incontaminati e dal suo scenario surreale; si tratta, infatti, di un luogo ormai totalmente disabitato a seguito di una guerra medievale che determinò la distruzione di gran parte delle sue abitazioni e delle sue fortificazioni, ma che ha conservato un fascino immutato.

Foto di Como.
© stock.adobe.com

 

Attorno a questo luogo d’altri tempi si raccontano leggende e storie di maledizioni che sapranno incuriosirvi di sicuro; scoprirne i segreti sarà cosa facile sostando presso la Locanda dell’Isola Comacina, che è anche l’unico locale dell’Isola, grazie ai racconti del suo affabile personale. Dopo la pausa pranzo, lasciatevi trasportare indietro nel tempo dalle rovine di un’antica basilica romana, che rappresentano lo specchio dell’antico lustro di quest’Isola.


 

Il museo didattico della seta di Como

Restando sul versante ovest del Lago, di ritorno dall’Isola Comacina, non potete non sostare nella bellissima Como. Dopo una visita al suo centro storico, ricco d’arte e di cultura, vi suggeriamo di fare una sosta diversa dal solito, per visitare il Museo didattico della Seta.

© stock.adobe.com

 

Si tratta di un percorso su una superficie di 1000 metri quadrati, capace di raccontarvi con spettacolari ausili visivi l’affascinante filiera che parte dal baco da seta per arrivare al prodotto finito attraverso la conoscenza di macchinari che vanno dalla fine dell’800 agli inizi del ‘900. Il valore di questo luogo sta proprio nella cultura comacina di questo prezioso tessuto, e siamo certi che affascinerà anche voi.

La funicolare Como – Brunate

Siamo ancora sul ramo ovest del Lago, in provincia di Como; prima di spostarvi sugli altri versanti, non potete perdervi la spettacolare vista di Brunate, riconosciuto come una delle più belle punte panoramiche del Lago.


Foto lago di Como.
© stock.adobe.com

 

La sua particolarità è certamente legata alla presenza della funicolare che collega Como a Brunate e che, con un percorso di 1084 m e una pendenza massima del 55%, offre ai suoi visitatori la possibilità di collegare Como a Brunate in soli 7 minuti; un percorso breve ma certamente ricco di emozioni, per la velocità con cui ci si innalza verso quello che è definito il “Balcone sulle Alpi”, ma anche e soprattutto per la visuale che si apre agli occhi di quanti arrivano in quota: l’azzurro del cielo che si mescola all’azzurro del Lago, nella splendida cornice verde delle Alpi. Un selfie ad alta quota, d’altronde, ha sempre il suo fascino!

funicolare che collega Como a Brunate
© stock.adobe.com

 

Cernobbio

Vicina alla più rinomata Como, Cernobbio sta acquisendo prestigio negli anni grazie al suo turismo “raffinato”; meta di svariati personaggi pubblici, questa cittadina merita una visita per il suo celebre Giardino della Valle, uno strepitoso giardino botanico creato negli anni ’80 grazie alla bonifica di una discarica.

Giardino della Valle a Como.
© stock.adobe.com

 


Altrettanto rinomata a Cernobbio è Villa Erba, una costruzione degli inizi del ‘900 divenuta un importante centro fieristico internazionale. Il motivo principale del turismo a Villa Erba è, tuttavia, il suo bellissimo giardino, da cui si prospetta una spettacolare vista del Lago.

© stock.adobe.com

 

Bellagio

Nel punto di convergenza tra i 3 rami del Lago di Como, sorge Bellagio, una località apprezzata sia per la sua posizione strategica che per i suoi edifici di grande spessore storico e culturale. Bellagio ospita, infatti, Villa Serbelloni e Villa Melzi, due costruzioni che tutto il mondo ci invidia per la loro bellezza mozzafiato. Apprezzare le meraviglie di questo luogo è possibile effettuando delle bellissime passeggiate in riva al Lago e, perché no, prenotando un tour turistico in battello.

© stock.adobe.com

 

Varenna

Poco lontano da Bellagio, sorge il bellissimo borgo di Varenna, rinomato soprattutto per la particolarità delle sue abitazioni pittoresche.


© stock.adobe.com

 

Qui, oltre al Castello di Vezio, un antico castello immerso in uno degli oliveti più a nord del mondo, vi suggeriamo di percorrere la suggestiva Passeggiata dell’Amore. Si tratta di un percorso obbligato se vi recate al Lago in dolce compagnia: verrete rapiti dai suoi vicoli scoscesi che si specchiano direttamente sulle acque del Lago, su una passerella che sembra costruita a puntino per fare una dichiarazione d’amore o per pronunciare la frase romantica che avevate in mente di dire da tempo!

© stock.adobe.com

 

L’orrido di Bellano

Proseguendo verso il ramo nord del Lago, vi suggeriamo di sostare a Bellano, dove dovete assolutamente visitare il suo famoso orrido. Come suggerisce il nome, ai vostri occhi si aprirà una vista di stupore misto a timore, tanto è immensa questa gola naturale che da 15 milioni di anni dà respiro alle scroscianti acque del torrente Pioverna.

© stock.adobe.com

 

Villa Manzoni

Parlare del Lago di Como, si sa, richiama alla mente il famoso incipit de I Promessi Sposi, con “Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti…” Come avrebbe potuto questo luogo non celebrare l’autore che ha reso famose in tutto il mondo le sue acque? Ecco perché sul ramo est del Lago, a Lecco, città che ha dato i natali ad Alessandro Manzoni, sorge Villa Manzoni.

© stock.adobe.com

 

Si tratta della residenza estiva del celebre scrittore, divenuta un museo aperto a quanti hanno voglia di ripercorrervi, idealmente, la storia dei due giovani innamorati e dello scenario storico che ha accompagnato il loro travagliato amore. Visitare Villa Manzoni vi riporterà indietro nel tempo, ne siamo certi!

 

Museo Moto Guzzi

Dall’amore per la letteratura all’amore per le due ruote il passo è breve! Ecco che, poco distante da Villa Manzoni, in provincia di Lecco, potrete fare un’emozionante sosta al Museo Moto Guzzi, che conserva una preziosissima esposizione di modelli sportivi, di prototipi e di motori del famoso marchio.

© stock.adobe.com

 

I divertimenti

E se avevate in mente qualcosa di diverso per il vostro soggiorno al Lago? Se volevate divertirvi più che visitare posti seppur spettacolari? Beh, anche in questo caso il Lago di Como è il posto che fa per voi.

Indipendentemente dal periodo dell’anno che sceglierete per il vostro soggiorno, il Lago di Como potrà soddisfare la vostra voglia di adrenalina dandovi la possibilità di praticare uno degli sport acquatici a vostra scelta tra vela, sci nautico, canottaggio e kite – surfing.

© stock.adobe.com

 

Se preferite il parapendio, o il deltaplano, le varie associazioni che operano in riva al Lago sapranno ugualmente accontentarvi, offrendovi delle escursioni guidate e non. Non manca, inoltre, la possibilità di effettuare arrampicate sulla roccia, come pure in mountain bike, passeggiate a cavallo, o più tranquille sessioni di golf in uno dei 7 bellissimi campi dedicati.

© stock.adobe.com

 

Non meno divertente, poi, può essere improvvisarsi per un giorno paparazzi, e andare alla ricerca delle bellissime ville private dei tanti personaggi pubblici che in riva al Lago hanno deciso di costruirsi il proprio angolo di paradiso; e chissà se, con un po’ di fortuna, riuscirete anche ad incontrare uno dei personaggi del jet set!

 

La buona cucina

In riva al Lago e nei numerosi paesi che lo accompagnano nel suo percorso, è possibile gustare alcune delle prelibatezze più richieste dai numerosi turisti che vi giungono ogni anno. Oltre al risotto con i filetti di pesce persico, vi consigliamo di farvi preparare i maltagliati con la bottarga di lavarello. E perché non gustare gli strepitosi asparagi di Rogaro, specialmente vi recate in visita al Lago nel mese di maggio, quando a Tremezzina si svolge la celebre sagra degli asparagi, cucinati con burro locale e parmigiano, o accompagnati al più classico uovo all’occhio di bue.

© stock.adobe.com

Come arrivare al lago di Como

Arrivare a Como in auto è facile, passando per il grande snodo autostradale di Milano. Qui, all’altezza di viale Certosa, potrete seguire le indicazioni Como/Varese/Autostrada dei Laghi e, da qui, proseguendo sull’A9 Lainate/Como/Chiasso.

Se preferite spostarvi in treno, vi suggeriamo di raggiungere la stazione di Milano Centrale e, da qui, di proseguire il vostro viaggio verso la stazione di Como Lago.

 

L. Bastianiello
Appassionato di viaggi e di nuove scoperte.
Avatar

Latest posts by L. Bastianiello (see all)